giovedì 8 novembre 2012

La Metà di Tutto

Riporto qui questa splendida riflessione lasciataci da La Stampa di oggi:

"Nessun politico italiano, durante il discorso della vittoria, si rivolgerebbe alla compagna della sua vita per confessare di non averla mai amata tanto e, addirittura, che tutta Italia è innamorata di lei. Nel Paese del punto G, ancora intriso di un maschilismo da operetta, l’uomo potente ritiene disdicevole esternare i propri sentimenti intimi. Di amore e dolore, queste due vibrazioni della stessa corda, non parla in pubblico, considerandola un’ammissione di debolezza. E l’unica donna di cui ritiene lecito discorrere è quella che gli fornisce il pretesto per una barzelletta volgare o l’argomento di un’allusione greve.

Barack Obama è un furbacchione formidabile, altrimenti non sarebbe dov’è e soprattutto non avrebbe postato sui social network, come primo dispaccio vittorioso, la foto di un abbraccio che in poche ore è già diventato l’icona di un’epoca. Ma anche al netto di qualche spruzzo di sana ruffianeria, la sua dichiarazione d’amore davanti al mondo ci ricorda che è la coppia, non l’individuo, la cellula-base dell’umanità. Gli americani non hanno eletto un Obama. Ne hanno eletti due. Perché dalla fusione fra la donna dei princìpi e l’uomo dei compromessi emerga ogni giorno un terzo Obama: il Presidente."

Massimo Gramellini

2 commenti:

FastiFloreali ha detto...

Sarà vero, non sarà vero? in fondo la cosa non ha importanza...voglio credere che sia vero, ma è importante che lui lo abbia detto. Il suo elettorato, la maggioranza, coè chi lo ha fatto vincere, sono state le donne. Pensare che un mio presidente possa essere consigliato da una moglie in gamba mi farebbe enormente piacere. In Itali, patria dei latin lovers ma anche dei farfalloni, una cosa del genere non può succedere, o meglio, voglio sperare, che non è mai successo ma che potrebbe succedere perchè i nostri politicanti/non politici, sono troppo concentrati su se stessi, per accorgersi di una compagna.Primo! Secondo; con i loro loschi traffici fatti di mazzette e raccomandazioni non hanno neanche bisogno del sostegno di una figura femminile: hanno già comprato tutto.
Continuo, malgrado ciò a sperare.....

Serena ha detto...

Mi dispiace per il mostruoso ritardo a rispondere, i cambiamenti di grafica mi hanno dato problemi coi commenti :( Sono completamente d'accordo con te. Non ho dubbi che nelle pubbliche manifestazioni di affetto di Obama ci sia anche una parte di calcolo politico, ma sono altrettanto sicura che sia davvero innamoratissimo di sua moglie e delle sue figlie e che di riflesso nutra un sincero e grande rispetto per tutte le donne, che come scrivi tu sono state fondamentali alla sua vittoria. Qui in Italia purtroppo di un tale esempio di gioco di squadra, programmato a tavolino o no, ce lo possiamo proprio sognare! Per ora le mogli restano invisibili e ininfluenti e a salire alla ribalta, come contorno di politici più o meno corrotti, reastano soltanto le escorts e le amanti. Si purtroppo "hanno già comprato tutto" e le donne sembrano essere solo un'altra merce sul mercato... ma anch'io continuo a sperare che verrà il momento in cui riusciremo a cambiare le cose!

 

..Missy Crazy Hope.. Tradurre un'Ideale Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos